Paradigma storico-politico superato e pericoloso

Cosa si può fare per fermare la guerra? Come si può armare la pace? Il terrore di precipitare in un conflitto totale agita le menti di innumerevoli persone, senza confini, cittadinanze, appartenenze di sorta. Altri subiscono passivamente la massiccia campagna...

Ambiente e disuguaglianze, la politica del gambero

I governi europei, siano coalizioni di centro-sinistra, centro, centro-destra, nettamente conservatori o nazionalisti, hanno un tratto in comune: si muovono entro i vincoli imposti dagli interessi economici, finanziari, politico-militari del blocco di potere dominante...

Contrastare le delocalizzazioni

Lo sciopero generale ha richiamato il governo, con forza e determinazione, ad intervenire in maniera congrua ed adeguata per contrastare la piaga delle delocalizzazioni. Esse non fanno che crescere provocando un’emorragia di posti di lavoro. Affermare, come ha fatto...

Riscaldamento globale e capitalismo

I risultati fortemente deludenti della Cop26 hanno messo in evidenza alcune contraddizioni di fondo del sistema capitalista che si sono acuite nell’ultimo cinquantennio in corrispondenza della sua massima espansione e penetrazione in contesti diversi. La principale e...

Pensioni e privatizzazione del welfare

I governi tecnici e di destra susseguitisi in Italia dalla metà degli anni Novanta si sono contraddistinti per controriforme fortemente peggiorative del sistema pensionistico. La legge Fornero cui Draghi intende restare ancorato (salvo aggiustamenti minori) è il...

Ue/Nato Scegliere tra vecchio e nuovo ordine internazionale

Si discute molto in questi giorni di una maggiore autonomia dell’Unione europea e lo si fa insieme all’auspicio di una politica estera e di difesa comune. Al tempo stesso questo auspicio è corredato dall’affermazione che tale prospettiva resta ancorata al sistema di...

Combattere la delocalizzazione

Da decenni la delocalizzazione produttiva in Paesi a basso costo di manodopera costituisce l’arma più potente di ricatto e sfruttamento del lavoro anche nei Paesi più sviluppati. Il fenomeno ha raggiunto proporzioni insospettate da gran parte dell’opinione pubblica....

Afghanistan e paradossi delle politiche migratorie europee

Il dibattito sulle decisioni da prendere nei confronti dei profughi afghani sta mettendo a nudo ipocrisie, paradossi, nonché autolesionismo delle politiche anti-migratorie praticate dai maggiori Paesi europei e dall’Ue. Tante volte s’è cercato di velarle con la...

Emigrazione: cecità di paesi e istituzioni europee

In questi giorni si torna a discutere di ricollocazione dei migranti nei vari paesi europei come se si trattasse di fardelli di cui distribuire il peso. Anche nel vertice di Parigi del 18 maggio sul finanziamento delle economie africane i paesi membri e le istituzioni...

Atlantismo-Una concezione obsoleta dei rapporti internazionali

Nell’ultimo cinquantennio la globalizzazione del sistema capitalista ha raggiunto un’estensione e pervasività straordinarie rispetto a quelle che hanno caratterizzato le fasi precedenti della sua storia. Senonché la stessa estensione della globalizzazione capitalista...